STIPENDI IN RITARDO PER I FORESTALI DELL’ANTICENDIO, LA FLAI CGIL CHIEDE INCONTRO AL PREFETTO DI AGRIGENTO

24 Settembre 2020
La Flai Cgil di Agrigento denuncia le continue mortificazioni che subiscono i lavoratori forestali dell’antincendio nel percepire le retribuzioni, gli stessi lavoratori che in questo periodo così caldo e difficile dal punto di vista climatico e sanitario sono in prima linea nella lotta agli incendi che stanno attanagliando il nostro territorio.
  • GREMBIULE ASILO NIDO BAMBINO €.12,00
    GREMBIULE ASILO NIDO BAMBINO €.12,00
  • GREMBIULE SCUOLA ELEMENTARE BAMBINO €.18,50
    GREMBIULE SCUOLA ELEMENTARE BAMBINO €.18,50

“In servizio dal 15 giugno ad oggi hanno ricevuto,  in grande ritardo, le mensilità di giugno e luglio, ma a quando pare anche il mese di agosto arriverà con i tempi lenti della burocrazia regionale”, così il segretario provinciale della Flai Cgil di Agrigento Giuseppe Di Franco che continua: “magari qualcuno può pensare che ci siano problemi legati alla copertura finanziaria ma per fortuna non è così! Ed allora c’è da chiedersi il perché di questi ritardi! Ebbene nonostante gli sforzi dell’Irf. di Agrigento che in tempi celeri procede all’elaborazione delle paghe e alla richiesta di impegno delle somme, e il Comando Regionale del Corpo Forestale provvede all’emissione degli ordini di accreditamento in tempi umani, cosa che fa pensare ad un pagamento puntuale (ma è un termine forse inadatto) delle retribuzioni, purtroppo a quando pare per problemi di natura procedurale?burocratica? informatica? Tutto si blocca per settimane e settimane senza che nessuno si preoccupi minimamente dei ritardi e del fatto che dietro ai lavoratori ci siano le loro famiglie con i loro bisogni, le loro difficoltà economiche ed esistenziali, nonostante i continui solleciti a Dirigenti Regionali, funzionari del Bilancio e del Comando Forestale fatti dalla Flai Cgil.

  • CHICCO PINO IL PULCINO €.7,90
    CHICCO PINO IL PULCINO €.7,90
Sembrava potessero essere  episodi, i ritardi delle retribuzioni di giugno e luglio, ma stiamo appurando che sta diventando una vera e propria “abitudine”, che sta mettendo in ginocchio  migliaia di famiglie. Il Governo e la burocrazia regionale ancora una volta stanno dando dimostrazione di quanto poco tengano ad un settore importante come la forestazione e la prevenzione agli incendi, la Flai di Agrigento non ci sta’ ed invierà una richiesta di incontro in Prefettura per mettere al corrente sua Eccellenza la Prefetta di Agrigento del grande disagio che stanno vivendo i lavoratori dell’antincendio che con grande senso di responsabilità continuano a svolgere il loro lavoro con dignità e senso del dovere, conclude il segretario, chiedendo che venga fatta chiarezza sulle motivazioni e le responsabilità che provocano i ritardi nel pagamento delle sacrosante mensilità ai lavoratori”.