ONDATE DI CALORE E RISCHIO INCENDI, IN TUTTA LA SICILIA ALLERTA ARANCIONE. ELEVATO RISCHIO INCENDI

di Redazione | 30/07/2020

Ondate di calore e rischio incendi a Palermo e provincia per le prossime 24 ore. A dirlo è l’avviso che ha diramato il Dipartimento di Protezione Civile. L’allerta è di colore arancione, significa che l’attenzione è molto alta per possibili ondate di calore che faranno salire le temperature bel oltre le medie stagionale. Aumentando le temperature, aumenta, di conseguenza anche il rischio relativo agli incendi. A Palermo, come in tutte le altre province dell’Isola, vige la fase di “preallerta”.

  • GREMBIULE ASILO BAMBINA €.19,00
    GREMBIULE ASILO BAMBINA €.19,00
  • GREMBIULE SCUOLA ELEMENTARE BAMBINO €.18,00
    GREMBIULE SCUOLA ELEMENTARE BAMBINO €.18,00

Un’area di alta pressione, di origine nord africana, è posizionata sul Mediterraneo centro-occidentale, determinando tempo stabile e soleggiato anche sul nostro Paese, ad eccezione dei settori alpini interessati da locali fenomeni d’instabilità pomeridiana con rovesci o temporali che, nella nottata di oggi, si estenderanno occasionalmente alle pianure del Nord-Ovest. In tale contesto le temperature subiranno ancora un lieve e progressivo aumento, con valori
massimi tra elevati e molto elevati su gran parte del Paese, specie tra domani e venerdì.

  • CHICCO CARILLON €.19,90
    CHICCO CARILLON €.19,90

In provincia di Catania, Messina e Palermo il Dipartimento di Protezione civile indica un livello 1 di allerta per ondate di calore. Sono previste temperature elevate che non rappresentano un rischio rilevante per la salute della
popolazione: si tratta di condizioni meteorologiche che possono precedere il verificarsi di condizioni di rischio.

Un violento incendio e’ divampato ieri sera su Monte Cofano.Le fiamme hanno avvolto la montagna che si affaccia sul golfo di Cornino, allargandosi fino al versante nordest sulla baia di Castelluzzo e Makari. L’area – nota come Riserva di Monte Cofano, e’ sottoposta a vincolo per la presenza di una folta macchia mediterranea che è andata in fiamme. Sono intervenuti i vigili del fuoco, il personale della Forestale, i carabinieri di Custonaci, i volontari della Protezione civile. La segnalazione e’ arrivata poco prima delle 21. Il rogo è verosimilmente doloso, perché le fiamme, che hanno avvolto la montagna, sono partite da più punti, sul versante di San Vito Lo Capo. Il sindaco di Custonaci Giuseppe Morfino, parla di “azione criminale”.