L’ESPERTO. CORONAVIRUS, ERRORE DI CALCOLO: IN SICILIA GLI ATTUALI POSITIVI SONO MENO DELLA METÀ

18 Giugno 2020

In Sicilia le persone attualmente ancora positive sarebbero meno della metà di quanto riportato nei bollettini ufficiali. Ne è certo Bruno Cacopardo, direttore dell’Unità operativa Malattie infettive al Garibaldi di Catania e membro del Comitato tecnico-scientifico per l’emergenza epidemiologica istituito dalla Regione, intervistato da Andrea D’Orazio sul Giornale di Sicilia in edicola.

  • COMPLETO FELPA GLITTER BIMBA 2-8A €.37,99
    COMPLETO FELPA GLITTER BIMBA 2-8A €.37,99
  • COPERTINA IN CINIGLIA CON RICAMO €.39,99
    COPERTINA IN CINIGLIA CON RICAMO €.39,99

Secondo l’esperto, gli attuali 805 malati, ma soprattutto i 777 che si trovano in isolamento domiciliare sono un numero troppo altro, se confrontato con quello di altre regioni che dall’inizio dell’epidemia hanno avuto molti più contagi.

  • CHICCO GOODNIGHT BEAR €.24,90
    CHICCO GOODNIGHT BEAR €.24,90

Dunque, come si spiega il dato diffuso dai bollettini ufficiali? Cacopardo parla di “mero errore di calcolo, dovuto a due fattori. Il primo: le cifre degli attuali malati non vengono aggiornate costantemente, causando così uno sfasamento temporale rispetto ai pazienti reali, che sono parecchi di meno. Il secondo: molte volte il malato viene conteggiato due volte, una dall’Asp, l’altra dall’ospedale in cui è stato effettuato il tampone. È un problema provinciale più che regionale. Manca il controllo incrociato nei territori, perlomeno a Catania, dove gli attuali malati, conteggiati in 397, saranno poco più di 16″. Cacopardo spiega di aver già allertato l’Osservatorio epidemiologico regionale: “Sono certo che nelle prossime ore allineeranno i dati”.

© Riproduzione riservata

FONTE: GDS