LA FARSA DEL GOVERNO REGIONALE SUI FORESTALI

09 Settembre 2020

La Corte Costituzionale ha bocciato la stabilizzazione degli operai forestali ed ogni stabilizzazione promossa da Musumeci e dal suo governo di improvvisatori.

La legge del febbraio 2019, che appunto prevedeva la stabilizzazione dei forestali, viene bocciata dalla Corte perché carente e, in particolare, perché “in assenza di un termine finale e in mancanza di una limitazione numerica, determina una stabilizzazione del personale forestale, mediante un inquadramento riservato nel ruolo dell’amministrazione regionale.”

  • GREMBIULE ASILO BAMBINA €.18,00
    GREMBIULE ASILO BAMBINA €.18,00

Ci fa rabbia e ci sconcerta l’idea che il governo regionale guidato da Musumeci, leghisti e autonomisti destrorsi, riesca continuamente a farsi bocciare le leggi dalla Corte, oltre che dal Tar.

Ci meraviglia davvero e ci poniamo una domanda d’obbligo.

Davvero non sanno fare una legge con criteri di liceità, oppure sanno che verranno bocciate e però si fanno “belli”, in questo caso, coi forestali?

Diventa facile dire: “Noi l’abbiamo proposto, la Corte Costituzionale non ha voluto”; diventa ancor più facile, intanto, chiedere consensi elettorali e magari, perché no, candidature in queste amministrative.

  • CHICCO MAGICA TROTTOLA €.19,90
    CHICCO MAGICA TROTTOLA €.19,90

Come dire che ho provato a fare il concorso di direttore generale della Banca d’Italia, ma non sono nemmeno diplomato. Io ci ho provato, ma loro non hanno voluto.

Musumeci e Co. sanno benissimo (se non lo sanno possono informarsi con i dirigenti e i consulenti che paghiamo profumatamente coi soldi dei siciliani), come si fa una legge che possa essere approvata e come se ne fanno altre che abbiano lo scopo di essere soltanto elemento di propaganda politica.

I Siciliani non hanno bisogno di promesse e bugie.

I Siciliani capiscono, sanno e sapranno dimostrarlo.

Vittorio Di Gangi

Segretario Prrovinciale PD Enna

FONTE: DEDALOMULTIMEDIA