TRILLINO SCIMMIETTA VIBRATTIVITÀ €.14,90
TRILLINO SCIMMIETTA VIBRATTIVITÀ €.14,90
TAPPETO CON ARCHI FORESTA MAGICA  €.49,90
TAPPETO CON ARCHI FORESTA MAGICA €.49,90
TRICICLO PELLICANO 2 IN 1 €.44,90
TRICICLO PELLICANO 2 IN 1 €.44,90

COMPLETO MAXI TSHIRT BIMBA 35.99€
COMPLETO MAXI TSHIRT BIMBA 35.99€
PANTAFELPA RAGAZZA 28.80€
PANTAFELPA RAGAZZA 28.80€
PANTALONE FELPA RAGAZZA 24.00€
PANTALONE FELPA RAGAZZA 24.00€

CAMICIA BIMBO SCOZZESE 25.99€
CAMICIA BIMBO SCOZZESE 25.99€
PANTALONE JEANS STRETCH BIMBO 25.99€
PANTALONE JEANS STRETCH BIMBO 25.99€
PANTALONE BIMBO JEANS STRETCH C/ZIP 26.99€
PANTALONE BIMBO JEANS STRETCH C/ZIP 26.99€

INTESA CONGIUNTA PER DARE SEGUITO ALLA RIFORMA FORESTALE. COMUNICATI DELL’INCONTRO DEL 21 GENNAIO 2020

NOTA FAI FLAI UILA SULLA RIUNIONE RIFORMA FORESTALE DEL 21 GENNAIO 2010

Si è svolta oggi la programmata riunione all’Assessorato Territorio Ambiente sulla Riforma Forestale. Era presente solo l’Assessore Bandiera il quale però ha lasciato quasi subito la riunione in quanto impegnato all’Assemblea Regionale per l’approvazione dell’esercizio provvisorio. Ha ribadito la volontà del Governo di procedere in tempi brevi alla riforma facendo anche cenno alla recenti questioni delle sentenze sulle quali il Governo si sta attivando per risolvere la questione. Come Fai Flai e Uila abbiamo chiesto che il Governo facesse chiarezza sulla questione anche alla luce dell’avvio delle attività 2020, dicendo chiaramente che per noi la via legale risulta essere un percorso pericoloso che oltre a non garantire la stabilizzazione rischia di bloccare anche la riforma che invece è l’unico modo con cui riqualificare il lavoro forestale, ampliando le attività e le competenze e con il quale avviare quindi un vero percorso di stabilizzazione. Sulla questione che la via legale e di contenzioso non è la via giusta tutti i soggetti che hanno partecipato al tavolo, compresa l’amministrazione, hanno condiviso la nostra impostazione convenendo quindi che solo una vera riforma complessiva del Sistema Forestale possa qualificare il lavoro e dare una certezze di reddito per il futuro a tutti i lavoratori forestali e alle loro famiglie. I dirigenti presenti hanno dichiarato che stanno lavorando per risolvere il problema e che a breve verremo riconvocati per ulteriori aggiornamenti. Nel frattempo abbiamo richiesti incontri ai due dirigenti generali per avviare nel frattempo l’interlocuzione per la stagione 2020, che crediamo oggi sia la priorità per dare certezze ai lavoratori forestali.


SIFUS CONFALI, FORESTALI SICILIANI: LA RIFORMA PARTE COL PIEDE GIUSTO. IN FASE DI ORGANIZZAZIONE UN TOUR DI ASSEMBLEE IN SICILIA A SOSTEGNO DI QUESTO MODELLO

Palermo 21-01-2020 – Il tavolo tecnico sulla riforma del settore forestale tra governo regionale, vertici degli assessorati competenti, Sindacati Confederali, Sindacati Autonomi ed il Sifus Confali, si è chiuso con una sostanziale positiva convergenza sul progetto generale della riforma medesima.
Non sarà una riforma, quella che si sta democraticamente costruendo che intende tagliare o aggiungere qualche elemosina di giornata lavorativa come siamo stati abituati a registrare dalle esperienze passate, ma una riforma che guarderà contestualmente al patrimonio boschivo, a quello ambientale, al territorio e al lavoro in un ottica di sistema integrato intelligente e progressista.
Ciò significa che verranno allargate le competenze in maniera che si possa attingere da canali di finanziamento aggiuntivi rispetto ai tradizionali fondi di bilancio.
Attingendo da risorse economiche aggiuntive rispetto le attuali, è possibile aumentare in maniera significativa il numero delle giornate lavorative, a giudizio del Sifus (ma ne prenderemo atto man mano che prenderà corpo la riforma), fino a consentire agli attuali forestali di lavorare tutti i giorni dell’anno.
Il Sifus si batterà, in coerenza con quanto scritto sul ddl 104 in tempi non sospetti, senza se e senza ma, perché la riforma si chiuda con questo straordinario risultato da condividere con coloro che ci metteranno la faccia fino all’ultimo minuto del secondo tempo supplementare.
A sostegno e per accelerare questo percorso di riforma abbiamo valutato di organizzare un tour di assemblee in tutta la Sicilia.
Maurizio Grosso Sifus Confali


L’UGL HA PARTECIPATO ALLA RIUNIONE PRESSO L’ASSESSORATO REGIONALE TERRITORIO AMBIENTE SULLA RIFORMA FORESTALE: I TEMPI SONO MATURI PER AVVIARE UN PERCORSO PER IL BENE DEI FORESTALI E DELLE FAMIGLIE

Ugl ha partecipato in delegazione con il Segretario regionale, Giuseppe Messina, il Segretario regionale della Federazione Agricoli e Forestali, Franco Arena ed il dirigente sindacale Guglielmo Monello, alla programmata riunione presso l’Assessorato regionale Territorio Ambiente sulla Riforma Forestale, alla presenza dell’Assessore all’agricoltura Edy Bandiera e dei dirigenti generali Mario Candore e Filippo Principato oltre alla partecipazione dell’ingegnere Dorotea Di Trapani. 
Ci è stata ribadita la volontà del Governo di procedere in tempi brevi alla riforma – afferma Arena – anche se molto probabilmente le ultime sentenze potrebbero provocare un rallentamento dei lavori sulla riforma. Abbiamo discusso della opportunità di allargare le competenze dei lavoratori forestali – prosegue il Segretario di Ugl agricoli e Forestali – sostenendo che la nuova riforma deve essere incentrata sul percorso di stabilizzazione di tutti i lavoratori forestali.
Come Ugl auspichiamo che si mantenga tutti un clima costruttivo – afferma Messina – per contribuire, come parti sindacali, alla scrittura di un processo di stabilizzazione che possa scrivere la parola fine ad un precariato storico non più sostenibile.
I tempi sono maturi per avviare con senso di responsabilità il complesso percorso insieme al Governo regionale, che ha dato disponibilità, per il bene dei forestali e delle famiglie – conclude il Segretario di Ugl Sicilia – lasciando alle spalle una lunga stagione politica fallimentare vissuta alle spalle dei lavoratori, spesso e volentieri usati e spremuti per mero calcolo elettorale.