INCENDIO MONTE COLOMBA. SERVE ATTIVARE IL SERVIZIO ANTINCENDIO SUBITO, NON SI PUÒ PIÙ ATTENDERE

29 marzo 2021

Su segnalazione dei colleghi del servizio antincendio del distretto n.6 Prov.Palermo ci giungono le immagini di un incendio avvenuto oggi su monte Colomba sul versante di Palazzo Adriano.

Vista la mancata disponibilità degli uomini del Servizio Antincendio Boschivo perchè non in servizio, sul posto hanno avuto un bel da fare le flotte aeree con  due Canadeir, che per lunghe ore si sono dovuti adoperare per domare le fiamme.

  • VESTITINO IN ORGANZA RIGHE 6-30M €.41,99
    VESTITINO IN ORGANZA RIGHE 6-30M €.41,99
  • GILET TESSUTO OPERATO 6-30M €.31,99
    GILET TESSUTO OPERATO 6-30M €.31,99

E’ inutile ribadire sempre le stesse cose, cosa aspetta il governo regionale a mettere in atto quanto in questi anni ha sempre detto? Siamo ormai stanchi di rimarcare sempre gli stessi problemi che già al primo alzarsi delle temperature scattano puntualmente gli incendi, sicuramente dolosi, ma sempre incendi sono, agevolati da temperature di natura nord-africana. Perchè come tutti sappiamo in Sicilia, il caldo arriva prima di tutta la penisola, non bisogna aspettare l’estate per avere il caldo, ma già da marzo come si può provare da quanto succede ed è successo anche negli anni passati il fuoco è sempre dientro l’angolo.

  • CHICCO BABY RODEO €.74,90
    CHICCO BABY RODEO €.74,90
  • TRICICLO PELLICANO 2 IN 1 €.44,90
    TRICICLO PELLICANO 2 IN 1 €.44,90

Con grande senso di responsabilità, tutti i forestali chiedono al governo regionale, di voler adottare una politica di salvaguardia del territorio siciliano, mettere in campo tutta la forza lavoro, di prevenzione e repressione incendi, dare subito seguito all’avvio della manodopera agricola affinchè si eseguono i viali parafuoco, e nel contempo attivare la macchina antincendio, per avere pronti e nell’immediato le squadre operative al qualsiasi richiesta d’intervento per incendi.

Non è possibile che come ogni anno questi uomini che hanno con tanto amore e sacrificio salvaguardato ogni singola pianta, vedere bruciare quel poco che è rimasto, impotenti a tale strage, quando con la loro professionalità ed esperianza ultra trentennale, sono capaci in tempi rapidi, di giungere sui luoghi d’interesse e mettere subito in sicurezza il patrimonio boschivo e spesso anche la vita umana, di tanti cittadini che abitano a stretto contatto con i boschi, vedi boscho Moarda di Altofonte anno 2020.

Si ringrazia l’autista Marcello Lo Voi per la segnalazione, e il torrettista Salvatore Sabella per il video fornito

Coordinatore Regionale MAB SICILIA
Piero Margiotta