TRILLINO SCIMMIETTA VIBRATTIVITÀ €.14,90
TRILLINO SCIMMIETTA VIBRATTIVITÀ €.14,90
TAPPETO CON ARCHI FORESTA MAGICA  €.49,90
TAPPETO CON ARCHI FORESTA MAGICA €.49,90
CAVALCABILE ALL AROUND DELUXE €.39,90
CAVALCABILE ALL AROUND DELUXE €.39,90

COMPLETO FELPA STRETCH GARZATA BIMBA 31.99€
COMPLETO FELPA STRETCH GARZATA BIMBA 31.99€
GIUBBOTTO NYLON GIRL 49.99€
GIUBBOTTO NYLON GIRL 49.99€
LEGGINGS RAGAZZA 21.60€
LEGGINGS RAGAZZA 21.60€

KABAN NYLON BIMBO 63.99€
KABAN NYLON BIMBO 63.99€
GILET BIMBO MICROFIBRA 33.99€
GILET BIMBO MICROFIBRA 33.99€
CARDIGAN BIMBO TRICOT 29.99€
CARDIGAN BIMBO TRICOT 29.99€

IL PARADOSSO DEL FUOCO

Sembrerà strano ma uno dei modi migliori per combattere il fuoco è proprio quello di usare questo elemento in modo consapevole e pianificato.
Si evidenziano in tal senso due tipi di utilizzo del fuoco in ambito AIB, uno ai fini della prevenzione , l’altro ai fini della lotta attiva .
Il fuoco prescritto , ai sensi della Legge Regionale ( Campania) 13 giugno 2016, n. 20, viene definito come l’applicazione pianificata del fuoco in specifiche condizioni ambientali, per conseguire definiti obiettivi di tutela e gestione del territorio. Esso è utilizzato a fini di prevenzione degli incendi boschivi e per la gestione e conservazione di diversi ecosistemi. Infatti , a seguito di un preciso progetto e delle rispettive autorizzazioni ricevute, arrecando il minor danno possibile , si procede bruciando , in condizioni climatiche idonee ed in modo controllato , un’area strategicamente rilevante ai fini della prevenzione AIB e si procede così all’eliminazione della parte fine dei combustibile presenti, che sarebbero stati il materiale di partenza di un eventuale incendio.
Diversamente , invece, il CONTROFUOCO rappresenta una tecnica utilizzata nella lotta attiva agli incendi boschivi e prevede , in seguito ad accurate valutazioni ed analisi fatte dal DOS ( direttore operazioni spegnimento) , l’accensione di una linea di fuoco, partendo da una fascia di sicurezza precedentemente creata eliminando meccanicamente il combustibile presente o sfruttando elementi naturali o antropici ( strade , sentieri ecc.). Tale linea di fuoco, ” aspirata” dall’incendio principale, procede verso quest’ultimo elimiando il combustibile e riuscendo in molti casi a rallentare, arginare o addirittura estinguere l’incendio stesso.
Se gli incendi evolvono e diventano sempre più distruttivi è necessario migliorare e perfezionare anche le tecniche con cui prevenirli/combatterli e la nostra speranza è che l’Italia tutta e la nostra Regione si muovano in tal senso.
La prima foto riguarda proprio un cantiere di fuoco prescritto svolto nel territorio del Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Proprio grazie all’utilizzo di questa tecnica, in questa specifica area i danni dell’incendio del 2017 sono stati limitati ed i pini sono sopravvissuti all’incendio di chioma.
Le restanti foto sono invece state scattate da una delle eccellenze internazionali nel campo AIB , il centro addestramento Centro Addestramento AIB “La Pineta dei Tocchi“ e DREAM Italia – Formazione AIB, Protezione Civile & lavori forestali di cui siamo onorati di conoscere uno dei maggiori esperti, il Dottor Luca Tonarelli.

DALLA PAGINA FACEBOOK DI: