CHICCO CARILLON €.19,90
CHICCO CARILLON €.19,90
CHICCO FATTORIA PARLANTE €.29,90
CHICCO FATTORIA PARLANTE €.29,90
XILOFONO ARCOBALENO €.24,90
XILOFONO ARCOBALENO €.24,90

TSHIRT JERSEY STRETCH CARBON GIRL 19.00€
TSHIRT JERSEY STRETCH CARBON GIRL 19.00€
LEGGING JERSEY STRETCH CARBON GIRL 11.99€
LEGGING JERSEY STRETCH CARBON GIRL 11.99€
COMPLETO FELPA STRETCH GARZATA BIMBA 31.99€
COMPLETO FELPA STRETCH GARZATA BIMBA 31.99€

CARDIGAN BIMBO TRICOT 29.99€
CARDIGAN BIMBO TRICOT 29.99€
TSHIRT BIMBO INTERLOCK 13.99€
TSHIRT BIMBO INTERLOCK 13.99€
CARDIGAN BIMBO FELPA GARZATA E SME 19.99€
CARDIGAN BIMBO FELPA GARZATA E SME 19.99€

GRILLINI CONTRO, CAPPELLANI: FOLLIA IL TUNNEL DI CANCELLERI, MEGLIO IL PONTE. IL MAB: COSE DA PAZZI, NON ABBIAMO LE STRADE E SI PENSA AL TUNNEL

di Mario Barresi

L’onorevole iCappellani bolla come delirante la proposta della galleria sottomarina avanzata dal Provveditore delle opere pubbliche a Palermo e appoggiata dal viceministro

CATANIA – «A questo punto, proporrei, perché no, una stazione spaziale orbitante tutta sicula: progettazione, costruzione, infrastrutture, lancio, manutenzione, catering… Il nome? Che ne so, tipo Cannolo Enterprise, a forma oblunga. Tanto abbiamo già Luca Parmitano da Paternò…».

A cosa si riferisce, onorevole Santi Cappellani? Sia più chiaro.

«Mi riferisco, ovviamente, al tunnel sotto Palermo. Che poi è sotto Palermo, ma è anche sott’acqua – e in effetti, su questo sono d’accordo: sott’acqua siamo – per evitare… il “ciaffico” di cui parlava Benigni! Lo ha detto Giancarlo Cancelleri, senza ridere, appoggiando il progetto, e con lui il provveditore alle Opere pubbliche, Gianluca Ievolella. Perché il problema, in Sicilia, quello è: il “ciaffico”. Ora, è vero che ci sono fondi dedicati al cosiddetto “ultimo miglio”, e alcuni di essi, di buon senso, sono stati anche finanziati, con cifre intorno ai pochi milioni di euro, 5-6 all’incirca. Noi invece – loro, è più esatto – devono spararla col botto: un miliardo e duecento milioni!».

Cosa non la convince del progetto che non è del viceministro ai Trasporti che l’ha solo illustrato? E poi Cancelleri, come lei, è esponente del M5S…

«Adesso, la situazione sembra la solita maniera di procedere, o meglio di non procedere, alla quale siamo abituati. Studi di fattibilità, di contro fattibilità, imprese, impresone, cantieri e cantierioni, nel frattempo perché no, posa della prima pietra. “Attaccatevela al collo” dice qualcuno… Campagna elettorale di bassa lega insomma».

Si rende conto che, da grillino ortodosso quale lei è, questo è un attacco pesante a un’idea di un big del M5S?

«Io resto fedele alle idee originali del movimento quando ci scagliavamo contro il Ponte, perché bisogna dare priorità al necessario e realizzabile. Devo dirlo: delirio per delirio, meglio il Ponte. Dato che lo Stretto di Messina è di soli tre chilometri, contro i 12 del progetto anti-“ciaffico”, e qui sì che l’ “ultimo miglio” sarebbe utile e applicabile, perché chi deve prendere il treno da Messina per Roma deve sorbirsi il traghetto. Altro che “ciaffico”…».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

12 novembre 2019