VESTITINO IN ORGANZA RIGHE 6-30M €.25,20
VESTITINO IN ORGANZA RIGHE 6-30M €.25,20
PANTALONE NEONATA MEILISA BAI 9-36M €.24,00
PANTALONE NEONATA MEILISA BAI 9-36M €.24,00
VESTITO GIRL MEILISA BAI 8-16A €.57,00
VESTITO GIRL MEILISA BAI 8-16A €.57,00

TSHIRT VELA E BOTTONI 6-30M €.8,40
TSHIRT VELA E BOTTONI 6-30M €.8,40
CAMICIA IN MISTO LINO MANICA CORTA 2-16A €.18,00
CAMICIA IN MISTO LINO MANICA CORTA 2-16A €.18,00
BLAZER TESSUTO OPERATO 6-30M €.27,60
BLAZER TESSUTO OPERATO 6-30M €.27,60

BREVI SDRAIETTA ROCKER SOFT TOYS €.75,00
BREVI SDRAIETTA ROCKER SOFT TOYS €.75,00
CHICCO – MARKET €.65,00
CHICCO – MARKET €.65,00
BREVI LETTINO CAMPEGGIO €.60,00
BREVI LETTINO CAMPEGGIO €.60,00

ESSERE FORMATORE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO! A CORLEONE CON GLI OPERATORI DEL SERVIZIO ANTINCENDIO BOSCHIVO

Le morti sul lavoro sono aumentate del 4,3% rispetto allo scorso anno. Sono 432 le vittime nei primi sette mesi del 2019 in occasione del lavoro mentre 167 gli infortuni mortali in itinere per un totale di 599 lavoratori deceduti. Uno su cinque è straniero.
Con questi numeri drammatici ed impietosi non voglio terrorizzarti. Sono però una buona base di partenza (purtroppo) per farci capire intanto che il bisogno di Sicurezza sul Lavoro è ancora alto e poi per analizzarne le cause.
Buttando un’occhiata ai Dati INAIL è possibile identificare le cause degli infortuni sul lavoro secondo tre ordini di fattori: Fattori tecnici, Fattori accidentali, Fattori umani.
E pensa un po’ il fattore umano occupa una posizione di preminenza su tutti gli altri.
Secondo i dati INAIL, infatti, due infortuni su tre sono dovuti a comportamenti insicuri o disattenzione.
E quello che ancora nel 2019 in pochi hanno capito è che esiste un’unica vera misura di prevenzione, efficace ed efficiente, che tutti i lavoratori, datori di lavoro e dirigenti dovrebbero adottare/usare: il Cervello. Unico, insuperabile e fantasmagorico DPI.
L’unico modo efficace per farlo è la Formazione! Non smetterò mai di ripeterlo (e chi ha partecipato a dei corsi tenuti da veri Formatori per la Sicurezza può confermarlo).
Ma non serve una formazione qualsiasi. Di certo non una Formazione del tipo passare ore e ore insieme a un lettore di slides a leggere numeri e parole che non servono.
Serve una nuova visione di formazione, sostanzialmente diversa da quella che conosci come “tradizionale”.
Una formazione cioè che sia in grado di abbattere la noia e la monotonia tipica dei pesanti contenuti che la normativa ci impone.
Dopo anni di esperienza ho capito che fare davvero Sicurezza sul Lavoro è uno dei compiti più difficili in assoluto.
Questo perché non si tratta solo di condividere leggi, articoli o di erogare le ore di formazione obbligatoria.
Per me essere Formatore per la Sicurezza sul Lavoro significa influenzare profondamente le persone, modificandone convinzioni e comportamenti di tutti i giorni.
Mi chiedo. A che serve allora ostinarsi a emettere sul mercato attestati copia-incolla giusto per sistemare le scartoffie burocratiche? A che serve comprare DPI se poi non si riesce a trasmettere davvero la cultura della prevenzione?
Tra le sfide che compongono, quindi, la mia attività giornaliera di Formatore per la Sicurezza, spicca il difficile compito di promuovere i comportamenti sicuri nei lavoratori.
Facile sulla carta, Facile a dirsi, ben più difficile nella realtà quotidiana. Trasmettere l’attenzione su temi così centrali come Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro è un compito che si rivela ben più arduo del previsto.
Come Formatore per la Sicurezza sul Lavoro ho il duro compito di trasmettere e sensibilizzare alla prevenzione tutti i livelli aziendali, andandosi a scontrare con la resistenza e le cattive abitudini perpetrate da molti.
E nel corso della mia esperienza mi sono trovato ad interagire con il grosso dirigente e con l’operaio in cantiere ed ho dovuto imparare presto a parlare diverse lingue.
Ogni Formatore per la Sicurezza che si rispetti, inoltre, ha un compito estremamente preciso: entrare in profondità nella mente delle persone per trasmettere il valore della Cultura della Sicurezza.
E per me Essere un Formatore per la Sicurezza con gli attributi vuol dire creare empatia, condividere le informazioni importanti allenando l’attenzione e stimolando la curiosità degli altri.
Questo desiderio di trasmettere agli altri i concetti chiave della tutela della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro mi ha permesso di mettere a punto un nuovo modo di fare formazione.
Qualcuno potrebbe chiamarlo metodo, fatto sta che da quando ho incominciato ad applicarlo mi si è aperto un nuovo scenario che mi ha dato la speranza di credere che la sicurezza non sono solo carte da sistemare, ma un messaggio da comunicare, nella maniera più chiara e semplice possibile.
Pur accettando l’idea che ad una certa età risulta difficile se non impossibile obbligare le persone a cambiare abitudini consolidate e modo di lavorare – in virtù di una normativa sempre in evoluzione – sono tuttavia convinto che: non si possono cambiare le persone ma il loro modo di vivere la sicurezza sì!
Essere formatore per la sicurezza è diverso dal saper o meno leggere delle slides.

VINCENZO BILELLO.