EMERGENZA INCENDI, FIRMATA L’ORDINANZA: ECCO TUTTI I DIVIETI

26 giugno 2020

Previsto l’obbligo – per i proprietari, affittuari e conduttori dei campi a coltura cerealicola e foraggera – di realizzare delle fasce protettive di almeno 10 metri

  • VESTITO IN ORGANZA A FIORI 2-16A €.46,99
    VESTITO IN ORGANZA A FIORI 2-16A €.46,99
  • GILET TESSUTO OPERATO 6-30M €.31,99
    GILET TESSUTO OPERATO 6-30M €.31,99

Il sindaco di Agrigento ha firmato. Per prevenire gli incendi boschivi e non solo, specie in questo periodo di massima pericolosità, fino al 30 ottobre, c’è una apposita ordinanza. 

E’ tassativamente vietato: accendere fuochi di ogni genere; far brillare mine o usare esplosivi; usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli; usare motori (fatta eccezione per quelli impiegati per eseguire i lavori forestali autorizzati), fornelli o inceneritori che producano faville o brace; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare pericolo immediato di incendio. Vietato anche esercitare attività pirotecnica, accendere fuochi d’artificio, lanciare razzi di qualsiasi tipo o mongolfiere di carta, meglio note come lanterne volanti;  transitare o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate.

  • GIOCO PASSEGGINO GINO IL TOPOLINO €.9,90
    GIOCO PASSEGGINO GINO IL TOPOLINO €.9,90

C’è l’obbligo di realizzazione delle fasce protettive di almeno 10 metri per i proprietari, affittuari e conduttori dei campi a coltura cerealicola e foraggera. Vietato bruciare stoppie e dei residui vegetali, così come la vegetazione spontanea su terreni incolti. Della vigilanza si occuperanno gli organi di polizia. Previste sanzioni fino a 500 euro.

FONTE: AGRIGENTONOTIZIE