Aumenti contrattuali per i Forestali della Campania !

Venerdì 19 si è tenuta la seduta del Consiglio Uncem Campania, con la partecipazione del Consigliere delegato avv. Franco Alfieri, durante la quale si sono dibattute questioni e prese importanti decisioni. Alfieri ha dichiarato che il governatore Vincenzo De Luca firmerà, per il prossimo martedì 23 gennaio, il CIRL (contratto integrativo regionale dei lavoratori forestali) per circa 2 milioni e mezzo in più di aumenti contrattuali ai lavoratori forestali e l’avvio della costituzione dell’ Ente Bilaterale.

 «L’Ente Bilaterale è una cosa che facciano noi Uncem con Regione, cioè assistenza ai lavoratori forestali nelle possibili problematiche come ad esempio sanità, pensionamenti, integrazione salariale: una sorta di assistenza- dichiara Vincenzo Luciano, presidente Uncem Campania- è stato realizzato in alcune realtà, ma nel settore della Forestazione è la prima volta. Una tappa fondamentale fortemente voluta da Uncem e dalle OO.SS. Nella stessa giornata, alla presenza del Presidente De Luca, verrà presentata la programmazione forestale 2018/ 2020. Si è concordato il percorso per l’ applicazione del regolamento, per la costituzione dei SUAF (sportello unico agricolo-forestale) e delle altre novità introdotte, in uno con la prossima entrata in vigore della nuova legge nazionale forestale.» Inoltre il consigliere delegato, Alfieri, ha ribadito che con lo sblocco del turnover si darà priorità ad ogni azione verso la stabilizzazione dei lavoratori OTD e, laddove possibile , successivamente , si verificherà la possibilità di nuove assunzioni per il settore, soprattutto nel servizio di antincendio boschivo.

« A questo proposito, con la direzione della protezione civile regionale, si sono concordate alcune linee guida per evitare i problemi dell’estate scorsa, in uno con il sistema delle sale radio, dell’avvistamento degli incendi e della formazione di DOS ( direttori operativi per lo spegnimento ) delle CC.MM. Pertanto, si sono proposti correttivi della mis. 8.3 (bonifica ed incendi boschivi), per rendere determinante la gestione delle CC.MM. sull’azione di bonifica e prevenzione incendi. Entro due mesi, si risolveranno le situazioni debitorie ( v. CISOA, saldo 2017, ecc.), accreditando agli EE.DD. il dovuto certificato e rendicontato» conclude Luciano.

22/01/2018

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.