Tempi maturi anche per i Forestali 151sti di Catania. Firma al CPI da martedì !

Coincidenza,casualità, tempi maturi,scossa o accelerazione può essere stato il riscontro e/o la motivazione della manifestazione fatta dai confederali mercoledì, nell’aver dato l’imput per mettere in moto la macchina organizzativa e burocratica del comparto forestale. Se da Trapani arrivano le notizie che gli operai saranno avviati attorno giorno 20 del corrente mese, anche a Catania si inizia a muovere il sistema e, i sindacati del comparto forestale della Uil affermano che dal Dott. De Marco, responsabile dell’Azienda di zona, arrivano le  conferme che gli operai 151sti potranno andare a firmare presso i CPI di appartenenza, visto che le richieste da domani saranno inviate ai vari uffici di collocamento.

Coincidenza, o tempi già stabiliti ma, l’importante è che i lavoratori iniziano a respirare quell’aria lavorativa che attendono da circa cinque mesi e che giustamente, il mettere piede già in cantiere fa sì che il singolo operaio può rendersi utile e, non “riposarsi”, parola molto citata in questi ultimi tempi in ambito politico o meno. Si attendono da qui in poi il ripetersi della prassi burocratica in tutte le altre province e distretti , contesto che annualmente tiene in ansia migliaia di operai, in un fermento che solo i diretti interessati possono capire. Tempi maturi quindi, e tempi che devono anche essere concordi con una riforma tanto attesa e uno sblocco generale di un comparto che vuole e deve cambiare definitivamente in meglio.

Il governatore sa quello che i lavoratori forestali vogliono, e la fiducia riposta in lui dai suoi elettori, deve essere un motivo di orgoglio per lui e ripagata quanto prima verso una terra che tutti vogliono cambiare e a cui non  può esimersi dall’esperienza dei forestali che tanto possono e devono fare pur sapendo che, non possono ancora farsi prendere in giro da tanta gente che non conosce il sistema e parla tanto per….. mettersi in mostra !

12 aprile 2018

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *