Articoli

PROTEZIONE CIVILE, RISCHIO INCENDI A MESSINA PER 48 ORE

Preallerta emanata dall’ufficio regionale, valido dalla mezzanotte di oggi e fino a domani. Cosa dice l’ordinanza sindacale emanata il 24 maggio per evitare i roghi

MESSINA. Fase di preallerta emanato dalla Protezione civile regionale sul rischio incendi in città: la temperatura percepita di 28 gradi, insieme alle condizioni meteo, potrebbe favorire l’insorgere di roghi. L’avviso è stato diramato ieri, ed è valido per 48 ore a partire dalla mezzanotte di oggi, e riguarda tutte e nove le province siciliane.

Il 28 maggio, il Comune di Messina ha emesso un’ordinanza sindacale (la 106 del 26 maggio) sulle misure di prevenzione per gli incendi boschivi”, con cui si dispongono gli obblighi, per privati ed enti locali, per evitare il rischio di incendi, che un anno fa hanno flagellato la città. L’ordinanza è scaricabile a questo indirizzo

10 giugno, 2018

ADRANO: INCENDIO NELLA ZONA BOSCHIVA, INTERVIENE UN ELICOTTERO DELLA FORESTALE

Incendio questo pomeriggio in contrada Timpone zona boschiva in territorio di Adrano. In fiamme vegetazione per circa 4 ettari. Ad intervenire sul posto gli uomini del Corpo Forestale del distaccamento di Adrano. Per la zona impervia e difficile da raggiungere con i mezzi gommati è stato richiesto l’intervento di un elicottero per gettare acqua dall’alto. Ad operare un Ericsson 64 che ha effettuato diversi lanci. Intervento che ha permesso di circoscrivere il rogo e sedarlo.

09 Giugno 2018

IN SICILIA È GIÀ ALLARME INCENDI, IERI 190 INTERVENTI DEI VIGILI DEL FUOCO

Non è ancora iniziata la stagione estiva ed in Sicilia è già allarme incendi. Nella giornata di ieri sono stati 190 gli interventi dei vigili del fuoco per incendi boschivi e 300 le chiamate di soccorso in tutta l’Isola. Le province più colpite sono state quelle Catania, Caltanissetta e Agrigento.

La situazione più critica è stata quella in  provincia di Ragusa, dove ha rischiato di andare a fuoco Club Med di Kamarina, tra Vittoria e Santa Croce. Qui sono stati impiegati due  canadair, un elicottero e squadre da terra.

Ieri il  forte vento di scirocco ha alimentato il rogo nella zona del villaggio. Paura per i 700 ospiti della struttura che sono stati evacuati e riuniti in spiaggia dai vigili del fuoco. La polizia ha interrotto la strada di accesso.

Le fiamme hanno danneggiato una delle officine al servizio del Club Med, ma nessun danno alla struttura. Gli ospiti del resort in serata sono stati trasferiti in via precauzionale con dei pullman dalla spiaggia al vicino hotel Athena Resort, ex Kastalia, dove hanno cenato e pernottato.

Nel Catanese  i vigili hanno spento almeno una novantina di roghi. Il numero delle emergenze della centrale operativa dei vigili del fuoco di Catania è andata in tilt, numerosissime le chiamate dei cittadini che segnalavano incendi e chiedevano soccorso.
Nelle zone di Librino e dei paesi etnei come Gravina, Belpasso, Biancavilla le fiamme e il fumo hanno avvolto e minacciato diverse abitazioni.

© Riproduzione riservata

di Silvia Iacono

08 Giugno 2018

INCENDIO A BAGHERIA, IN FUMO ETTARI DI MACCHIA MEDITERRANEA

Fuoco a ridosso dell’ex Kafara, interviene un Canadair

Un incendio è divampato a monte Catalfano a Bagheria, distruggendo diversi ettari di macchia mediterranea a ridosso dell’ex Kafara, in contrada Mongerbino. I vigili del fuoco sono al lavoro ed stato necessario l’intervento di un Canadair. La colonna di fumo è visibile anche dal centro abitato di Bagheria. Nelle settimane scorse un incendio si era sviluppato sempre a Monte Catalfano, a ridosso del parco di Solunto.

03 Giugno 2018

PRIMO INCENDIO STAGIONALE. FIAMME A NADORE, ARRIVA CANADAIR. IL MAB: PRESIDENTE MUSUMECI, METTIAMO SUBITO GLI AIB IN SERVIZIO A SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO SICILIANO

Primo caldo estivo e prime fiamme nel territorio di Sciacca. Un incendio si è sviluppato nel primo pomeriggio di oggi nella zona di Nadore, a nord del centro abitato di Sciacca. A fuoco una vasta area di macchia mediterranea in una zona difficilmente raggiungibile dai mezzi del corpo forestale e dai vigili del fuoco. 

E’ partita una richiesta alle autorità regionali e dopo un’ora era a Sciacca un canadair che con diversi lanci ha riportato la situazione alla normalità. La situazione nel momento in cui scriviamo sta tornando alla normalità e non risulta allarme di interessamento di aree boschive.

Già verso le 11:30 di stamane era evidente a distanza il fumo, come si evince nella nostra foto scattata in zona. Poi, col passar delle ore, le fiamme si sono alimentate.

 

 

02 giugno 2018

A FUOCO STERPAGLIE A SIBILIANA (TRA MARSALA E PETROSINO). INIZIA LA STAGIONE DEGLI INCENDI IN PROVINCIA

Era già accaduto un anno fa, di questi tempi. Un vasto incendio di sterpaglie ha interessato tutta la zona del litorale di Sibiliana, tra Marsala e Petrosino. Una nube intensa, visibile da diversi punti delle città, che non ha causato però, altri danni a persone o cose. Subito sul posto i Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Trapani che sono riusciti a spegnere le fiamme.

Non si conoscono ancora le cause ma la stagione del caldo arrivata in poco tempo non promette bene. I pompieri dei distaccamenti di Marsala e Mazara infatti, erano impegnati in altre operazioni. Altri incendi sono scoppiati in tutta la Provincia. Ora si deve cercare di intervenire per monitorare la situazione, soprattutto in vista degli incontri istituzionali che si sono fatti sulla prevenzione incendi in Provincia nei mesi scorsi. Come si ricorderà, gli scorsi anni, le fiamme hanno divorato il Monte Erice, la Riserva dello Zingaro, le zone tra Castellammare e San Vito Lo Capo. Le cause, le più disparate, dagli incendi dolosi allo scirocco.

(foto di repertorio)

02 Giugno 2018

BIANCAVILLA. VASTO INCENDIO A RIDOSSO DELL’OSPEDALE NUOVO. PAURA PER ALCUNI RESIDENTI. FOTO E VIDEO

Paura per alcuni residenti della zona. I Vigili del Fuoco domano le fiamme

Momenti di paura intorno alle 16 di oggi nei pressi dell’ospedale nuovo di Biancavilla, a seguito di un vasto incendio che ha generato delle fiamme altissime tra la vegetazione. Le cause del rogo rimangono ancora tutte da accertare. Le alte lingue di fuoco si sono estese nei terreni incolti della zona lambendo anche la trafficatissima via Maria Santissima dell’Addolorata. Sul posto è intervenuta una squadra dei Vigili del Fuoco che hanno domato le fiamme. Al momento non sembrerebbero essere stati registrati danni a cose o persone.

30 Maggio 2018

DECINE DI INCENDI A PALERMO E PROVINCIA, ABITAZIONI MINACCIATE DALLE FIAMME

INTERVENTI DEI VIGILI DEL FUOCO

Decine di incendi sono divampati a Palermo e in provincia. Tutte le squadre dei vigili del fuoco del comando provinciale e dei distaccamenti sono impegnate nelle operazioni di spegnimento.

I roghi a Palermo in via Altofonte, in via Paratore, in via Vicinale Badame qui le fiamme minacciano le abitazioni. Incendi anche in provincia a Partinico, Trabia e Partinico.

“Sotto accusa – spiegano le squadre antincendio – i terreni incolti abbandonati dove non è stata fatta un’azione di prevenzione. Qui la macchia mediterranea si estende creando pericolo all’incolumità dei residenti”.

di Ignazio Marchese 

30/05/2018

Primo incendio della stagione, su Monte Grifone – Palermo.

Mi auguro che si proceda celermente alla realizzazione dei viali parafuoco e alla costituzione delle Squadre Antincendio Boschivo. Detesto il rombo dei Canadair. Ricordo che le forze a terra sono indispensabili. Primo incendio della stagione, su Monte Grifone – Palermo.

 

 

 

Dalla pagina facebook del Funzionario CF
Gaetano Guarino

VENTO DI SCIROCCO ALIMENTA INCENDI A PALERMO

Fiamme anche nel Villaggio Pollina

PALERMO – Con il vento di scirocco sono entrati in azione gli incendiari a Palermo e provincia. Le squadre dei Vigili del fuoco sono impegnate per i roghi in contrada Danigargi, a Termini Imerese, e in contrada Sciumemi, a Prizzi. Fiamme anche nel Villaggio Pollina, sulla statale 113, e a nel capoluogo in via Messina Montagne. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

30/03/2018