L’aumento ai lavoratori forestali Baccei: “Oggi i soldi non ci sono”

L’assessore all’Economia e l’annunciato aumento di 80 euro. Cracolici: “Nessun problema”.

PALERMO – La Regione non ha le coperture per pagare gli 80 euro di aumento contrattuale promessi ai 20 mila forestali in Sicilia. Ad annunciare l’adeguamento contrattuale era stato il governo di Rosario Crocetta ma l’assessore all’Economia, Alessandro Baccei, rispondendo ai cronisti durante una conferenza stampa a Palermo sul Def regionale, spiega: “Al momento è stato dato mandato alla Funzione pubblica di quantificare la somma necessaria per la copertura degli aumenti contrattuali, copertura che comunque arriverebbe dai fondi che la Regione risparmierà dalla riduzione di organico perché alcuni forestali andranno in pensione”. Dunque invece di metterle a risparmio, la Regione utilizzerà le risorse, incassate dai pensionamenti, per coprire gli 80 euro promessi ai forestali.
“Io di nuovo assessore all’Economia in governo di centrosinistra? Se me lo chiederanno gli esponenti politici siciliani sono pronto perché rimango a disposizione delle istituzioni, ma questa volta non accetterei se la proposta arrivasse da Roma”. Così Baccei, rispondendo ai cronisti in conferenza stampa. Baccei fu indicato al governatore Rosario Crocetta da Graziano Delrio per rimettere in sesto il bilancio della Regione siciliana, “operazione compiuta”, dice l’assessore. Baccei è uno dei tre assessori che non si candideranno alle regionali del 5 novembre. “Non ho la residenza in Sicilia”, afferma. Ma l’ipotesi di proseguire il lavoro svolto lo affascina. “Sto dando una mano alla campagna elettorale anche se non sono candidato, se il professore Micari dovesse propormi di continuare il mio lavoro accetterei”, afferma Baccei.
“Il contratto integrativo dei forestali verrà finanziato attraverso i risparmi ottenuti dai pensionamenti e dai risparmi di gestione. La pubblicazione di notizie fuorvianti ed inesatte serve solo a creare confusione che volutamente qualcuno ha interesse ad alimentare”. Lo dice l’assessore regionale all’Agricoltura, Antonello Cracolici, sulla presunta mancanza di copertura finanziaria per il contratto integrativo dei forestali. “La delibera con la quale la giunta ha dato mandato a sottoscrivere il contratto integrativo dei forestali – aggiunge – frutto dell’intesa tra gli uffici dell’amministrazione regionale e i sindacati sottoscrittori del contratto nazionale di categoria parla chiaramente di saldi invariati. Gli effetti finanziari di quest’accordo, così come la giunta ha stabilito, saranno trovati all’interno dei costi sostenuti per le attività forestali – continua Cracolici – Pertanto, appare del tutto evidente, così come ha detto correttamente l’assessore al Bilancio Baccei, che gli aumenti saranno corrisposti a seguito dei risparmi che grazie ai processi di fuoriuscita per pensionamento si determineranno già nel corso del 2017. Nessun allarme dunque. Il governo è consapevole di poter garantire quanto sottoscriverà non appena il contratto integrativo sarà siglato formalmente”. (ANSA).

Le note del Vice Presidente del MAB sicilia;

Assessore ma di cosa sta parlando, forse dimentica il taglio dell’indennità chilometrica, che è ampiamente superiore all’aumento pubblicizzato. Il punto è che anche tralasciando quanto detto in precedenza, le risorse si trovano nel risparmio prodotto dai pensionamenti.. e quindi il capitolo rimane invariato.

 

21 settembre 2017

Share Button
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’aumento ai lavoratori forestali Baccei: “Oggi i soldi non ci sono”

  1. Piero Margiotta scrive:

    Forse i due assessori dimenticano che siamo in campagna elettorale, e a tutte queste cazzate i forestali non abboccano più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + tre =